Plexiglass

Plexiglass: un materiale duttile ed attualissimo

Inventato nel 1933, il polimetilmetacrilato (PMMA) o plexiglass è un materiale tuttora all’avanguardia o anzi sempre di più, perché viene continuamente reimpiegato in innumerevoli settori.
Comunemente noto come plexiglass o vetro acrilico, è un supporto altamente versatile, infatti viene utilizzato nella costruzione degli oblò degli aerei, per gli acquari, ma anche nel settore chimico per le lenti a contatto e sempre di più per l’ arredamento di abitazioni o di attività commerciali e per l’insegnistica

Di norma il plexiglass è molto trasparente, più del vetro, al punto che possiede caratteristiche di comportamento assimilabili alla fibra ottica per qualità di trasparenza, e con la proprietà di essere più o meno in percentuali diverse, infrangibile a seconda della sua “mescola”. Per queste caratteristiche il plexiglass è usato nella fabbricazione di vetri di sicurezza e articoli similari, nei presidi antinfortunistici, nell’oggettistica d’arredamento o architettonica.

I pregi maggiori rispetto al vetro sono che si tratta di un materiale infrangibile, resiliente e di difficile scheggiatura, nonché leggerissimo.
Indistruttibile dagli agenti atmosferici e dall’invecchiamento, in ambienti esterni o interni.
Assolutamente incolore e cristallino: è più trasparente del vetro alla luce visibile.
Il plexiglass si sporca pochissimo, perché ha una superficie priva di pori. Se impolverato, lo si può pulire con un semplice panno morbido, senza mai sfregare, perché è particolarmente sensibile ai graffi e alle abrasioni.
Ha una buona resistenza agli acidi e alle sostanze alcaline. Non ingiallisce e non si infragilisce col tempo.
Le tecniche di lavorazione di questo materiale sono numerose.
Si può scegliere tra il plexiglass trasparente, colorato o opal; inoltre, grazie al servizio di stampa, è possibile riprodurre sul materiale effetti satinati , sabbiati o lucidi in modo selettivo, senza ricoprirne l’intera superficie.

Utilizzabile per la retroilluminazione, per mettere in risalto la sua capacità di catturare ed irradiare la luce su tutta la sua superficie.

La questione più delicata è il taglio, perché ci vuole una forte abilità tecnica per fornire un taglio preciso e pulito. Per questo motivo poniamo particolare attenzione al taglio effettuato con la fresa o al laser, perché un taglio perfetto è essenziale per un materiale così cristallino. Il taglio può essere a finitura lucida oppure opaca; i bordi possono essere squadrati oppure arrotondati.

Con il metodo della piegatura a caldo è possibile piegare fisicamente questo materiale. Le nostre piegatrici sono formate da un irradiatore con una resistenza e ci permettono di realizzare varie lavorazioni per andare incontro alle vostre esigenze progettuali.